Week 6 - The curse of the Fried Egg

20:31

(Photo by Daniel Callen)

For the last few weeks our teachers have been reminding us to get studying and practicing for our six week exam and as this week crept closer, students have been cramming in scones, caramel, bread rolls etc into their mornings cooking wherever there was a spare moment. In our house we have been buying whole chickens to bone, fish to fillet and practicing pastry bases. On Thursday evening, the night before the exam, I managed to get hold of a fish and filleted it without stress. I then went home and had the brilliant idea of practicing eggs - scrambled and fried. My fried egg was a disaster. I have never seen such a terrible and shame-worthy fried egg. After another, far from perfect, attempt I went to bed, praying that I would get anything other than a fried egg in my exam. What did I get? Of course I got a fried egg. 

Durante le scorse settimane, i nostri insegnanti ci hanno ricordato spesso di studiare e di esercitarci per l'esame della sesta settimana. Questa settimana si è avvicinata velocemente e gli studenti si sono messi a riempire l'ordine del lavoro del giorno a cucinare degli scones, il caramello, il pane ecc. A casa mia abbiamo comprato dei polli interi a disossare, dei pesci a sfilettare e abbiamo cucinato tanti basi per le crostate in preparazione per l'esame. Giovedì  sera, la notte prima del esame, sono riuscita a sfilettare un pesce senza stress. Dopo ho avuto la brillante idea di esercitarmi a cucinare le uova - strapazzate e fritte. Il mio uovo fritto è stato una catastrofe. Non ho mai visto un uovo fritto talmente vergognoso. Dopo la seconda prova, lontana dalla perfezione, sono andata a letto pregando di non dover fare un uovo fritto nel esame. Cosa mi hanno dato? Ovviamente un uovo fritto.

My issue with the humble fried egg is that there is no where to hide. It is so incredibly simple that it leaves no room for error. It wasn't a disaster (someone managed to fry a perfect egg then flip it sunny side down onto the plate when serving it) but it was a long way off perfection. I managed to get the desired cloudy yolk that is runny inside but the edges were slightly browned. I have a long way to go and an aim for the end of my twelve weeks at Ballymaloe: get 10/10 on my fried egg. 

Il mio problema col semplice uovo fritto, è che non ci si può  nascondere. E talmente semplice che non lascia posto per degli errori. Non è stato un disastro durante l'esame (una è riuscita a cuocere perfettamente l'uovo e poi catapultarlo tuorlo in giù  sul piatto appena prima di presentarlo al insegnante!) pero era lontano dalla perfezione. Sono riuscita a ottenere il tuorlo con uno strato opaco sopra che era, allo stesso tempo, bello liquido ma cotto. Tuttavia le estremità  erano un pochino troppe cotte. Ho ancora tanta strada da fare e anche un obiettivo da raggiungere alla fine delle dodici settimane qui a Ballymaloe: ricevere 10/10 per un uovo fritto.

The other part of our week 6 exam was herb and salad recognition. At Ballymaloe there is a big emphasis on making the most out of your local area, which includes foraging for produce. Since day one we have been enjoying the delicious foraged and homegrown salad that is put out at lunch every day. 

L'altra parte del esame era di riconoscere delle erbe aromatiche e dell'insalata. A Ballymaloe danno una grande importanza allo sfruttare, in modo sostenibile, tutto quello che si possa trovare nei paraggi. Dal primo giorno gustiamo l'insalata di foglie raccolte dai campi e dell'insalata prodotta sulla fattoria che c'è ogni giorno a pranzo. 

In the exam we had to recognise easy things like rocket and most of the herbs were common ones: rosemary, basil, mint, thyme, bay, tarragon, dill, fennel, coriander, chervil, curly and flat-leaved parsley. The more niche herbs were sweet geranium, lemon balm and lemon verbena. 

Nell'esame dovevamo riconoscere delle cose semplici come la rucola e la maggior parte delle erbe erano quelle comuni: rosmarino, basilico, menta, timo, alloro, dragoncello, aneto, finocchio, coriandolo, cerfoglio e i due tipi di prezzemolo. Le erbe di nicchia erano il geranio dolce, la melissa e la limoncina. 


 Salad burnette

 Chives

 Sage

 Sorrel

 Wood sorrel

 Winter/bitter cress

 Chickweed

Chervil

 Rocket


Pak choi

Mizuna

Mustard greens

Tat soi

Red mizuna

Mibuna

Red mustard

Purslane


Cos

Marjoram

Marigold

Flat leaf parsley

 Curly parsley


 Thyme

Sweet geranium

It is really eye-opening to be eating and enjoying salad leaves everyday that you can't buy in the supermarket and that most gardeners probably overlook and throw away. I will definitely have to look up edible and foraged greens that are local to Ferrara when I get back to Italy after the course. It is interesting that people would probably pay more for a 'foraged salad' without knowing that some of them are totally free and generally considered weeds. Brilliant. Bring on the foraging. 

E davvero illuminante mangiare e apprezzare dell'insalata ogni giorno che non si può comprare al supermercato e che la maggior parte dei giardinieri probabilmente sottovalutino e buttino via. Quando torno a Ferrara, cercherò di sicuro dell'insalata commestibile che si possa trovare nei paraggi. Secondo me la maggior parte della gente pagherebbe di più per un'insalata ricca di foglie 'foraged' senza sapere che si possano trovare in natura per gratis e che queste foglie siano considerate delle erbacce. Fantastico. Forza caccia di foglie commestibili!

(Photo by Daniel Callen)

You Might Also Like

0 comments